Il Principio di “Verità-Giustizia” che è in noi – La Dèa Ma’at

Francesco Rampini

Ma’ha t

Quando si va ad esaminare i testi riguardanti le serie di avventure che deve affrontare l’anima dell’Antico Egiziano dopo l’abbandono del corpo fisico, si rileva come venga data estrema importanza nell’Antico Egitto al fatto che il defunto deve dimostrare di essersi sempre comportato, quando era in vita, secondo i dettami di Ma’at, la Dèa della Verità Giustizia. E questo status di essere in linea con Ma’at, l’anima del defunto lo deve asserire a più riprese, di fronte a numerose Entità e Dèi. Risulta quindi importante cercare di capire quale siano i “contenuti” che, secondo la Teologia egiziana, questa Funzione esprime, in modo da comprendere, nel miglior modo possibile, l’importanza che la Casta Sacerdotale ha assegnato a questa divinità. Per compenetrare quindi la reale portata di ciò che sente l’egiziano riguardo l’abisso del post mortem, del Duat, e come può affrontarlo con la ragionevole speranza di conquistare la propria immortalità, occorre rispondere alla seguente domanda: che cosa è Ma’at?

Continua a leggere

Tavola di smeraldo

APPUNTI SULL’ERMETISMO – PARTE QUINTA

La tavola di smeraldo o smeraldina (in latino tabula smaragdina) è un testo sapienziale che secondo la leggenda sarebbe stato ritrovato in Egitto, prima dell’era cristiana. Il testo era inciso su una lastra di smeraldo ed è stato tradotto dall’arabo al latino nel 1250. Esso rappresenta il documento più celebre degli scritti ermetici ed è attribuito allo stesso Ermete Trismegisto. Esso apparve per la prima volta in versione stampata nel De Alchemia di Johannes Patricius (1541).

Continua a leggere