Una figura di Basilio Valentino : IL REBIS

APPUNTI SULL’ERMETISMO – PARTE QUARTA


“I miti o deità non sono stati letti nel cielo eppoi riportati sulla Terra bensì sono partiti dall’animo umano, creati dal cuore, dalla psiche dell’uomo per essere poi lanciati nel cielo e questo indica il bisogno, insito nell’individuo sin dall’inizio dei tempi, di trovare una correlazione tra il microcosmo (realtà terrena ed individuale) e macrocosmo (realtà divina), una correlazione quindi tra cielo e terra”
(Carl Gustav Jung)

Moltissime religioni e Tradizioni iniziatiche, riportano come aspetto fondamentale riguardante la Creazione ed il “funzionamento” di tutto l’Universo, il concetto di dualità.

Spirito e Corpo, Caldo e Freddo, Ragione e Torto, Bene e Male, Salute e Malattia, Giorno e Notte, Sole e Luna…. Sono tutti principi concettuali in chiara opposizione tra di loro.

La contrapposizione tra i contrari ha da sempre affascinato l’Uomo, tanto che le Religioni, la Filosofia nelle sue varie declinazioni ed il comune sentire umano, hanno cercato di comprendere questo aspetto di Natura,  e di dare allo stesso una spiegazione, a volte anche metafisica.

Continua a leggere